logo CIPAT
17 novembre 2018

Consorzio

 

ORGANIGRAMMA CIPAT
 
Presidente
   prof. Giuseppe Italiano   

 

 Membri del Consiglio di Amministrazione  

Salvatore Caruso  - Pisa

 Barbara Degli'Innocenti  - Firenze
Riccardo Monti - Montecatini T.
Daniela Giovannini - Grosseto
Daniele Santagati - Prato

Laura Cascianini -Pieve s. Stefano-AR

Massimo Fontanelli - Pistoia


   Direttore 

   prof.ssa Marussia Pastacaldi 
 
Comitato Tecnico Scientifico 

  prof. Mauro Di Grazia 

prof.ssa Cristina Cosci

dott. Daniele Gabbrielli -AIF

 

   Segretario
   Alfio Salsi
    
Rappresentanti provinciali e invitati 
 prof. Romano Gori
dott. Alessandro Ghini 
 
prof. Salvatore Di Costanzo (Siena)   
prof.ssa Giuliana Ficini (Livorno)  
prof.ssa Daniela Venturi (Lucca)    
prof.Luigi Vittipaldi (Pontedera)  
prof.ssa Anna Rosa Vatteroni ( Massa-Carrara) 
Dott.Daniele Gabbrielli in rappresentanza Associazioni
 

Il CIPAT è un Consorzio che raggruppa ad oggi più di 40 istituti professionali e tecnici di vari indirizzi disseminati sull’intero territorio toscano. Scopo sociale: “Migliorare la qualità organizzativa e professionale dei singoli consorziati”


 

Dallo Statuto, Articolo 3 – SCOPO

 

 

Il Consorzio non ha fini di lucro. Scopo del consorzio è quello di migliorare la qualità organizzativa e professionale dei singoli consorziati. In particolare, anche in collaborazione con soggetti pubblici e/o privati, associazioni di volontariato, del Terzo settore ed altro, il Consorzio potrà:

 

  • promuovere attività  volte alla valorizzazione degli istituti professionali e delle risorse umane in essi impegnate (personale, studenti e famiglie);
  • promuovere la cooperazione e lo scambio didattico-culturale tra gli istituti consorziati;
  • proporre progetti per l’innovazione, il miglioramento e la promozione delle attività degli istituti professionali migliorando la collaborazione tra gli stessi e gli altri soggetti coinvolti nella formazione;
  • progettare e/o partecipare a progetti europei anche in partenariato con altri soggetti nazionali o internazionali;
  • promuovere e sviluppare azioni idonee a favorire il miglioramento continuo dei soci mediante l’adozione di adeguati modelli di qualità e per l’eventuale acquisizione di certificazione o riconoscimento esterno;
  • formulare progetti per la formazione e la specializzazione  professionale nel settore di competenza degli aderenti;
  • assumere il ruolo di agenzia formativa;
  • porre in essere tutti i necessari ed opportuni rapporti giuridici con terzi fornitori di beni e servizi, nonché con istituti di credito, per la promozione e la realizzazione delle attività proprie del Consorzio;
  • attivare servizi utili al raggiungimento delle finalità istituzionali avvalendosi di finanziamenti propri o provenienti da Enti pubblici e/o privati o altro;
  • collaborare con Università o altre agenzie formative per la costruzione di un’offerta formativa nell’ambito della istruzione superiore;
  • sviluppare attività editoriali e di comunicazione funzionali ai bisogni dei consorziati.

 

Le attività potranno anche essere rivolte allo sviluppo delle politiche scolastiche statali e regionali.