logo CIPAT
26 giugno 2019

News

Il progetto Stay@school e la lotta alla dispersione scolastica - nuovi aggiornamenti sett.2013

Il progetto Stay@school e la lotta alla dispersione scolastica - nuovi aggiornamenti sett.2013

La lotta all’abbandono scolastico in dimensione europea: da Stay@School a School Safety Net

 La lotta alla dispersione scolastica – e le scelte conseguenti che investono sia i decisori politici che le scuole, in primis gli istituti professionali e tecnici – è da sempre uno degli assi strategici che orienta l’attività del CIPAT. In questo mese di settembre 2013 si conclude un progetto europeo sul tema (Stay@Scool, Progetto LLP L. Da Vinci) che ha coinvolto più soggetti – scuole, uffici scolastici, centri di formazione per insegnanti) di varie nazioni europee (Belgio, Romania, Spagna, oltre all’Italia). CIPAT, come partner del progetto, vi ha portato l’esperienza e la creatività di molte scuole associate, a cominciare dall’Istituto Datini di Prato, capofila del Progetto stesso. I gruppi di insegnanti delle scuole partecipanti hanno infatti elaborato alcuni prodotti didattici ideati per la lotta alla dispersione, ora disponibili sul portale del Progetto (http://stayatschool.pixel-online.org/info/EDP_index.php). In particolare CIPAT, con la collaborazione di docenti dell’ IP Pertini di Lucca, propone sul portale il prodotto multimediale “Entre le murs: Food for thoughts”, una riflessione/ guida per gli insegnanti, che utilizza brevi sequenze del film “La classe” per supportarli nella identificazione precoce dei ragazzi a rischio. Ma presenta anche un prodotto da utilizzare coi ragazzi, realizzato in collaborazione con docenti dell’ IP Minuto di Massa, una inchiesta molto interessante sulla “domanda” dei ragazzi nei confronti della scuola, accompagnata da questionario e temi/testimonianze. Naturalmente è ancor più interessante accostarsi ad analoghi prodotti dei partner stranieri che hanno lavorato sugli stessi temi, proponendo altri tipi di prodotti spesso derivati da esperienze più avanzate.

            Il 9/10 settembre, nella Conferenza finale, tutti i pater del Progetto, presenti a Firenze, tireranno le fila sia sullo stato delle politiche europee, che mettono la lotta alla dispersione al centro dell’ Agenda ET 2020, sia sulle migliori pratiche, in parte concretizzate nei “tools didattici” messi a disposizione di tutti sul Portale.

            Un progetto si conclude, ma non l’attività del CIPAT sul tema “dispersione”. Avanza infatti un secondo Progetto, “School Safety Net”, nato anch’esso nel  quadro del Lifelong Learning Programme  (KA4, disseminazione, ricaduta dei risultati e scambio di buone pratiche), e continua ad occuparsi del tema dell’abbandono scolastico. Gli interlocutori di questo nuovo progetto, già avviato e che si concluderà nel dicembre 2014, non sono solo le scuole e gli insegnanti o i decisori politici: esso si rivolge anche a dirigenti, studenti e genitori, ritenuti tutti soggetti strategici nelle attività di prevenzione. I temi che si intende affrontare sono quelli che le politiche europee hanno individuato unanimemente come nodi critici, e cioè:

-          l’identificazione precoce dei ragazzi a rischio

-          l’integrazione degli alunni stranieri

-          il supporto agli studenti con disturbi di apprendimento o disabili

-          la prevenzione del bullismo

School Safety  Net è organizzato in quattro principali attività

-          raccolta di storie di successo

-          raccolta di materiali e documenti utili per la lotta all’abbandono

-          raccolta di esperienze di insegnanti sul tema

-          produzione di casi-scenario e di strategie per affrontarli

I partner sono Scuole, Centri di formazione o Università del Belgio, Grecia, Italia, Portogallo, Romania, Spagna, Turchia. Cipat partecipa con gli Istituti: Polo Bianciardi (GR), Fascetti (PI), Datini (PO), Sassetti/Peruzzi (FI), Matteotti (PI)    

 

Per chi è interessato ad approfondimenti: http://schoolsafetynet.pixel-online.org/index.php .

 


Il 14 giugno scorso si è tenuta presso l’Hotel Mediterraneo - Firenze un tavola rotonda sul tema della lotta alla dispersione scolastica, nell’ambito della conferenza denominata "The Future of Education" che l’Agenzia formativa PIXEL realizza annualmente per approfondire i temi e le prospettive della istruzione/educazione nel contesto europeo e mondiale.

La tavola rotonda ha praticamente illustrato ai presenti i temi, le riflessioni e i risultati che sta realizzando il progetto europeo Stay@school, che vede la partecipazione in partenariato dei tre soggetti: IP Datini (capofila), CIPAT e Pixel, oltre che di altri partner europei, presenti anch’essi alla iniziativa.

Dopo una presentazione generale, in cui Giuseppe Italiano ha riferito il quadro preoccupante della dispersione in Europa, in Italia e in Toscana, alcuni docenti/esperti – Marco Manzuoli, Paola Fiammelli, Lucia Nicolai, Paola Bertini - hanno presentato di seguito i risultati della propria area tematica (Identificazione degli studenti a rischio; la Comunicazione; I’innovazione didattica; i supporti esterni), illustrando anche i tools che sono stati prodotti dai docenti con la partecipazione alle attività formative del progetto.

Le quattro tematiche poi sono state oggetto di numerosi e partecipi interventi da parte dei numerosi presenti, molto interessati a comprendere le soluzioni strategiche per rendere vincente la lotta alla dispersione scolastica, che nel contesto della crisi economica attuale, tende ad aggravarsi. Come ha detto Italiano, “Il quadro generale non è sostanzialmente modificato, ma il problema, nel contesto della crisi si è aggravato, col rischio di vanificare gli stessi sforzi messi in campo dagli insegnanti”.

Il progetto Stay@school si avvia dunque alla conclusione: sul suo portale sono disponibili per il download materiali e tools che tutti gli insegnanti potranno liberamente scaricare e utilizzare, con l’intento di rendere più efficace e sistemica la loro azione di prevenzione.